Il 16 febbraio si è svolto tra i monti di Modena il Campionato per delegazioni a beccacce.

Presenti ben 105 cani SETTERS per cimentarsi in una prova a beccacce, la regina del bosco!!

Un plauso agli organizzatori che ci hanno messo in condizioni ottimali per distribuire in sei batterie tutti i cani iscritti alla prova e, cosa ancora più bella, tutte le batteria hanno avuto modo di contare su tre o quattro incontri.

A rischio di essere ripetitivo, con immenso piacere, voglio ringraziare ancora una volta Il Commissario SIS Paolo Gulinelli per aver creduto fino in fondo sul luogo, la data ed il  numero dei partecipanti.

Un importante numero di cani, validi sia sotto l’aspetto quantitativo che qualitativo a riprova che il setter è vivo, ed è la razza più utilizzata dai cacciatori che con la loro passione, quando vogliono, riescono a creare coinvolgimento, aggregazione e senso di appartenenza.

Basterebbe non dare adito a qualche stupida diversità di opinione e lasciare a casa i soliti rancori e individualismi di comodo, per essere una società specializzata forte e rappresentativa in grado di dare al setter il ruolo che merita.

Abbiamo vissuto una giornata di cinofilia vera dove il metro di confronto è stato su un selvatico, la beccaccia, di tutto rispetto che, specialmente in questo periodo, dopo essere state cacciate per oltre quattro mesi al primo fruscio si involano mettendo il cane a dura prova.

Setters condotti da cacciatori veri, “ruspanti” come dice il mio amico Goffredo De Matteis che appena finita la stagione di caccia hanno il piacere di incontrarsi e cimentarsi sul campo. Cacciatori che fanno vera selezione zootecnica dentro il bosco, in montagna dalla mattina alla sera e non stando seduti a banchettare dietro i tavoli o a fare i disegnini sopra le scrivanie. Cacciatori come quelli di una volta sempre restii alle foto desiderosi di mantenere  il loro anonimato per non svelare i loro segreti piani di caccia e che non ti diranno mai dove e cosa hanno preso. Persone quanto intendono portare notizie sulle loro attività cinofilo-venatorie, si limitano ad evidenziare foto o video spettacolari dei loro setters in azione.

Tuttavia, noi appassionati di questa razza, dobbiamo essere sempre coscienti ed orgogliosi che stiamo selezionando per la caccia ed è importantissimo che questi cacciatori ci creino basi solide e concrete  per non produrre belle scatoline vuote.

I cani debbono cercare il selvatico, debbono inventarlo e non è il selvatico che deve incontrare casualmente il cane.

Una vera festa della cinofilia che abbiamo con piacere condiviso tra tutti i partecipanti.

Complimenti ancora a tutti!! Evviva tutti i cani bravi a qualsiasi razza essi appartengano e perché no, EVVIVA  il SETTER perché lo merita proprio.

Diamo al Setter quel che è del Setter!!!!

Sandro Pacioni

 

Prima giornata 2 batterie:
-1) 1 ECC CAC BRUKLIN Italia
-2) 1 ECC CAC KAKA Italia

CACIT KAKA’ di Lombardi Italia
Ris CACIT BRUKLIN di Pezzotta Italia
————————————
Seconda giornata 2 batterie
-1)1 ECC CAC LAMM Francia
-2)1 ECC CAC BRUKLIN Italia

CACIT LAMM FRANCIA
—————————————BARRAGE X CAMP. EUROPA
FRA KAKA ( Italia) E LAMM (Francia)
Vince

KAKA ( Italia)
CAMPIONE D’EUROPA

Kakà dell’Antonio Carvico

Allegati

Ancora una volta i setter italiani si impongono con l’autorevolezza dei veri campioni vincendo le due batterie con il CAC:
Kakà dell’ Antonio Carvico conduttore Lombardi proprietario Antonio Locatelli
Brooklin conduttore Ernesto Pezzotta proprietario Angelo Santella
Si aggiudica il CACIT Kakà.
Domani è un altro giorno, un grande in bocca al lupo a tutta la selezione italiana e dimostrate nei fatti il vostro indiscutibile valore!! W I SETTER W LA SIS

Allegati

La Coppa Europa 2019 non viene assegnata poiché nessuna rappresentativa ha raggiunto il punteggio minimo corispondente a nove punti. Pertanto, la sospirata Coppa torna in Italia vincitrice della edizione 2018, ed è restituita nelle mani dell’esperto giudice Sandro Pacioni, selezionatore uscente, e del sig. Angelo Santella che ha contribuito nella scorsa stagione al conseguimento della vittoria in qualità di primo classificato con il setter inglese Bruklin.

Un ringraziamento alla squadra italiana così composta (selezionatore Artemio Spezia):

JENNI DI GROPPO, cond. GIRANDOLA

BUCEFALO DEL SARGIADE, cond. PEZZOTTA

KAKÀ DELL’ANTONIO CARVICO, cond. LOMBARDI

NOLO DEL ZAGNIS, cond. PEZZOTTA

RISERVE:
OBAMA, cond. PIOPPI

HEMINGWAY DEL MALTEMPO, cond. PARIS ESCHINI

Comunicato n. 4 del 18 marzo 2019

Selezionatore, esperto giudice Sandro Pacioni

 

  1. BRUKLIN LO14162461, proprietario Santella Angelo, allevatore Pezzotta Ernesto, conduttore Pezzotta
  2. KAKA’ DELL’ANTONIO CARVICO LO1626758, proprietario Locatelli Antonio, allevatore Locatelli Antonio, conduttore Lombradi
  3. NOLO DEL ZAGNIS LO12129055, proprietario Tosi Sergio, allevatore Zagni Libero, conduttore Pezzotta
  4. OBAMA LO1211394, proprietario Testaguzza Ercole, allevatore Testaguzza Ercole, conduttore Pioppi
  5. CRAC LO1538159, proprietario Boggiano Claudio, allevatore Saccardi Ivana, conduttore Nuziata
  6. LOLLA SIMEONS TEAM LO1841936, proprietario De Angelis Antonio, allevatore Simeons Richard, conduttore Simeons
  7. SIBUX DI VAL DI CHIANA LO1523328, proprietario Gulinelli Paolo, allevatore Scipioni Ademaro, conduttore Bischi

UFFICIO STAMPA

Società Italiana Setters

 

Comunicato n. 4 del 18 marzo 2019

Selezionatore, esperto giudice Maurizio Crudeli

  1. COOPER LO13130803, proprietario Vicenzi Fabio, allevatore Capuozzo Domenico, conduttore Giovannelli
  2. CIAK DEL ZAGNIS LO13163853, proprietario Margutti Mattia, allevatore Zagni Libero, conduttore Nikolic
  3. ALPINENSIS EMMA LO15118739, proprietario Collodoro F­rancesco Tommaso, allevatore Collodoro F­rancesco Tommaso, conduttore Moretti
  4. RUDY LO1394765, proprietario Tomasella Demis, allevatore Boccardo Enrico, conduttore Mazzonetto
  5. FOSCHIA DI CIFELLE LO1363482, proprietario Civitelli Tommaso, allevatore Allevamento di Cifelle, conduttore Burresi
  6. PELE’ LO1529373, proprietario Landi Antonio, allevatore Da Rè Fabio, conduttore Iazzetta
  7. NENCINI’S MYRA LO13158924, proprietario Bianchini Romano, allevatore Nencini Claudio, conduttore Sardone

 

UFFICIO STAMPA

Società Italiana Setters

 

 

Si rammenta a tutti i soci in regola con il tesseramento anno 2018/2019 e che intendano concorrere ai Trofei annuali di cui all’art. 2.5 del Regolamento di Istituzione e riordino dei riconoscimenti della Società Italiana Setters (Trofeo d’Allevamento e Trofeo di Addestramento), che la data di presentazione della documentazione in oggetto è stabilita al 30 aprile 2019 . Inoltre:

  • La documentazione dovrà essere inviata in via esclusiva alla mail ufficiostampa@societaitalianasetters.org;
  • compilare la tabella in allegato;
  • trasmettere copia del libretto leggibile e foto per la premiazione.

Per completezza di informazioni, si allega nuovamente “Regolamento di istituzione e riordino dei riconoscimenti della Società Italiana Setters”.

Per qualsiasi delucidazione, contattare la Responsabile dell’ufficio stampa al recapito telefonico: 3423234386.

 UFFICIO STAMPA

Società Italiana Setters

Caccia a starne speciale setter irlandesi SERBIA
batteria: Marelli Silvio – Ristic Dragan 
(8 turni)
1 ecc Gimac Willy  prop. Cocozza cond. Iazzetta
2 ecc Junon delle rive del Po prop. A. Gaggero cond. Gomez
3 ecc Oslo prop. e cond. Lorenzini 
Lo spettacolo e’ assicurato dalle meravigliose starne che si involano in un territorio unico e il quadro si e’ completato con la presenza dei nostri 16 irlandesi.               
La presenza dei due soggetti condotti al Derby 2019 da Gavrilovic e Traina, di Elg dei Normanni di San Vito e di Cesare freschi di meritati Cac e Ris Cac in diverse batterie. Soggetti di esperienza quali Gimac Willy ,Bacco ,Oslo , Bruto stanno a testimoniare la qualita’ della batteria condotta da giudici di eccellenza come Silvio Marelli  e Dragan Ristic. Il risultato finale vede al primo posto con la qualifica di Ecc Gimac Willy prop. G. Cocozza cond.  Iazzetta, al 2 Ecc Junon delle rive del Po prop. A Gaggero Cond. Gomez, al 3  Ecc Oslo Prop. e Cond. Lorenzini . E’ stata una grande giornata per i nostri irlandesi anche perchè non essendoci  batterie molti conduttori e (curiosi!!!!) hanno assistito e alla fine molto appezzato la prova  caratterizzata da forte vento e terreni molto asciutti che hanno messo a dura prova i nostri soggetti. 
Massimo Lorenzi

Allegati