Comunicato n. 20 del 2 agosto 2020

In riferimento alla recente pubblicazione del Calendario dei Trofei Saladini Pilastri  ed ENCI Montagna ci preme sottolineare la posizione della Società Italiana Setters. Premesso che nel nostro programma triennale al punto 5 si da risalto alle caccie specialistiche ed alla caccia pratica e che queste formule, siamo convinti,  siano alla base di una corretta selezione dei nostri setter. Ci preme sottolineare che siamo sempre stati e sempre saremo sostenitori di un Trofeo Saladini Pilastri sempre più prestigioso ed autorevole. Entrando nel merito della sovrapposizione del nostro Campionato per Delegazioni con la prova del Trofeo Saladini Pilastri, che tanto sta facendo discutere gli appassionati della montagna, possiamo solo far notare che la nostra delegazione di Brescia ha chiesto nei tempi stabiliti dall’ENCI (31/12/2019) LA PROVA SPECIALE SETTER  per il 30 agosto 2020 ed ha  ottenuto tutti i benestare previsti per l’inserimento nel calendario del secondo semestre 2020, tanto è vero che la nostra prova speciale è inserita nel calendario del secondo semestre 2020 fin dal 11 marzo 2020 confermato poi il 19 giugno 2020 come possono testimoniare le mail che ci sono state inviate dagli uffici dell’ENCI. Abbiamo richiesto la data del 30 agosto in considerazione del fatto che il Campionato Europeo Setter Inglese su Selvaggina di Montagna si svolge di consueto l’ultimo fine settimana di settembre (quest’anno il 25/26). A nostro avviso organizzare il Campionato per Delegazioni a pochissimi giorni dal Campionato Europeo (peraltro nel fine settimana di apertura della caccia) avrebbe penalizzato le Delegazioni nella composizione delle squadre sia per la concomitanza dell’apertura della caccia sia per il rischio di infortuni per quei setter papabili ad essere selezionati per il Campionato Europeo. Per quanto appena descritto è chiaro che nessuna responsabilità della sovrapposizione può essere addebitata alla Società Italiana Setters. Evidentemente il Gruppo di Lavoro per le Prove Specialistiche non ha consultato il Calendario predisposto dall’ENCI. Per evitare la sovrapposizione fra Campionato per Delegazioni e la prova del Saladini Pilastri sarebbe bastato essere interpellati ed una soluzione si sarebbe certamente trovata. Infatti non possiamo credere che su 18 giornate di prove del circuito di montagna una giornata non possa essere concessa alla Società Italiana Setters per l’organizzazione del Campionato per Delegazioni. Ricordiamo, a noi stessi, che i setter inglesi rappresentano la stragrande maggioranza delle razze da ferma inglesi che partecipano alle prove specialistiche di su selvaggina di montagna. Una giornata concessa alla Società che tutela le razze setter non può certo sminuire il valore del Trofeo Saladini Pilastri che proprio i nostri setter hanno reso  famoso e prestigioso. La Società Italiana Setter ha agito, come di consueto, nella massima trasparenza e nel rispetto delle regole. Ci auguriamo che per il prossimo futuro si possano prevenire, con il dialogo, il buon senso, il rispetto della rappresentanza di tutti gli attori interessati, inconvenienti come quello di questa stagione. La Società Italiana Setter è da sempre pronta al confronto per arrivare a soluzioni che non penalizzino la nostra passione scevra da ogni interesse di parte.