Si pubblica di seguito la nota che Francesco Balducci ha inviato all’attenzione dell’Ufficio Stampa della Società Italiana Setters, onde diffonderla tramite i mezzi di comunicazione gestiti dallo stesso.

A seguire, la risposta del commissario straordinario Paolo Gulinelli.

 

“La presente, per fare chiarezza in merito all’articolo pubblicato sulla Gazzetta della cinofilia del mese di Agosto, a firma Paolo Gulinelli, riguardante il criterio di selezione ai vari campionati internazionali, ai quali partecipano le nostre rappresentative. Non entro nel merito delle scelte del selezionatore, il quale se ne assume oneri ed onori, ma non posso accettare che il commissario scriva di non aver ricevuto la delibera in questione e tanto più tutte le delibere delle passate gestioni. Dal passaggio di consegne in poi, il commissario, ha libero accesso a tutti gli archivi della Sis, dov’è presente tutta la vita passata dell’associazione stessa. Poi mi chiedo, come avrebbe fatto in questi mesi a portare avanti le attività più disparate, se non avesse ricevuto alcuna deliberazione. Ogni passaggio della vita quotidiana, è normato da ciò che i consigli direttivi negli anni hanno deliberato.

Il commissario ignora l’esistenza anche di tutte le delibere messe in atto dai consigli direttivi, durante tutta la sua permanenza,  in qualità di consigliere di collegamento Enci?

Quando dice, che nel caso in cui fosse stato a conoscenza della delibera, l’avrebbe immediatamente abrogata, mi chiedo, conscio che tutto ció sia nei suoi poteri, che relazione avrebbe avuto questo, con i motivi che hanno portato al commissariamento la Sis?

Tanto dovevo, pubblicando copia del verbale, dove tra le altre risulta anche la delibera in questione, rimanendo a disposizione di tutti, quando c’è ne sia bisogno, come memoria storica di una vita spesa al servizio dei nostri setter”.

Francesco Balducci

 

 

 

“Ringrazio il Presidente Francesco Balducci che mi dà una occasione per chiarire, spero una volta per tutte, che nel passaggio di consegne non ho avuto l’ archivio delle delibere consiliari e che in occasione dell’accesso agli atti del 28 settembre 2017, sottoscritto da Francesco Balducci, non è stata trovata nemmeno la Delibera che stabiliva il compenso alle Delegazioni, del resto il Commissario non fa l’investigatore ma agisce sugli atti messi a disposizione dalla passata gestione. Proprio in base al disordine organizzativo e fiscale è stato disposto il Commissariamento della SIS. L’azione commissariale si è svolta e si svolge in base alle regole Statutarie e del codice civile. Del resto, è regola di buona amministrazione rendere pubbliche le delibere, cosa mai fatta dalle passate gestioni, al contrario tutte le delibere commissariali sono pubblicate sul sito internet della SIS. Non entro nel merito di quanto deliberato nel 2009, forse si era reso necessario in quanto non sempre il ruolo di selezionatore è stato ricoperto da esperti giudici dell’ENCI (cosa che ritengo  incredibile!!!). Ricordo a tutti che il Commissario Straordinario, secondo lo Statuto dell’ENCI, assume tutti i poteri del Consiglio Direttivo della SIS e deve garantire il corretto svolgimento della attività zootecnica e amministrativa della società. Essendo venuto solo oggi a conoscenza del verbale del 2009 nei prossimi giorni delibererò in merito e, ovviamente, la delibera sarà pubblica”.

Paolo Gulinelli

 

 

 

 

 

Allegati