Sui terreni di Parma nelle ZRC gentilmente concesse dall’ATCPR2 si è svolta oggi la Speciale Setter che tra l’altro riproponeva in palio dopo tanto tempo il Trofeo Scuttari. Due le batterie, giudicate con grande competenza tecnica dagli esperti giudici Giuseppe Coti Zelati e Guglielmo Cuccarollo che, pur trovandosi al cospetto di un numero di incontri sufficiente hanno incontrato parecchie difficoltà per poter avere una classifica più consistente. Vincono,infatti le rispettive batterie e unici cani in classifica con la qualifica di Eccellente, Giada del Doge del sig. Massimo Cestaro e Rico del sig.Matteo Orlandini. In virtù del regolamento che prevede che a parità di qualifica risulti vincente il cane più giovane, Giada del Doge e Massimo Cestaro si aggiudicano il Trofeo Scuttari 2019. Alcune considerazioni evidenziate nelle relazioni mettono in luce qualche carenza di metodo nei cani e di conseguenza anche nella conduzione, soprattutto in prove di caccia pratica, dove si dovrebbe prediligere la capacità di saper andare a mettere il naso nel punto giusto al momento giusto con le qualità di razza idonee piuttosto che il saper correre a destra e sinistra in modo sterile e fine a se stesso. Attenzione quindi rivolta alla venaticità sempre espressa nei canoni che lo standard di razza prevede e dote indispensabile nel cane da caccia, che rischia di essere messa in secondo piano a discapito delle geometrie dei percorsi e dei galoppi. Una piacevolissima nota da segnalare, la presenza in campo ad affiancare il giudice Giuseppe Coti Zelati della giovanissima e appassionatissima quindicenne Sara Delsoldato unica rappresentante del gentil sesso della nostra Delegazione sperando che come lei altri giovanissimi si avvicinino al mondo della caccia e della cinofilia agonistica…..noi il nostro messaggio e il nostro semino l’abbiamo lanciato, speriamo che venga accolto e coltivato!