Il 20 luglio si voterà per rinnovare il Consiglio SIS e per eleggere 5 consiglieri del Club Setter Irlandesi,  il cui presidente siedera’ di diritto nel consiglio SIS. Nel candidarmi alla presidenza e ricordando che a tutti ho gia’ inviato una lettera il 21/6/ 2019 in cui esponevo alcuni punti da me condivisi del programma presentato da Paolo Gulinelli, voglio proporre quelle che andro’ a condividere con il futuro consiglio e che saranno le nostre linee guida :
A- Aumentare in maniera considerevole il numero dei soci e ricercare un maggior collaborazione con la base associativa
B- Organizzare anche attraverso le Delegazioni i raduni e ridiscutere, con chi ne ha le capacita,’ i criteri di valutazione morfologica  che devono essere quelli dello Standard essendo il setter irlandese un cane da caccia.
C- Ridiscutere i parametri per la dichiarazione dei campioni sociali
D- Richiedere per i soggetti che vengono dichiarati  campioni la certificazione della displasia
E- Organizzare almeno due raduni al Nord e al Sud , non ufficiali, in cui tutti i soci egli appassionati possono verificare sotto il consiglio di esperti giudici lo stato della razza
F- Sostenere tutte quelle iniziative che vedono in qualche modo coinvolti i setter irlandesi non solo nel mondo delle prove e in expo
G- Ridiscutere il peso del club italiano in seno al club Internazionale e organizzare prove speciali nelle palestre piu’  importanti d’europa.
Solo alcuni punti che potranno avere il loro svolgimento solo se tutti ma proprio tutti daranno il loro contributo.
Il candidato presidente Massimo Lorenzi  .   .

In vista dell’assemblea elettiva del 20 Luglio p.v., di seguito si riporta il testo del programma proposto dai soci Maurizio Peri, Franco Bavaro, Paride Galassi, Gallese Alfonso e Pettorelli Fabio.

La Società Italiana Setters ha come scopo la divulgazione ed il miglioramento genetico, lo studio, la valorizzazione, l’incremento e l’utilizzo delle razze setters (art.2 nuovo Statuto). All’interno della SIS, la sezione Setter Gordon Club ha l’obiettivo di valorizzare la razza setter gordon (art.3 nuovo Statuto). In tale prospettiva, per il prossimo triennio il nuovo consiglio direttivo del Setter Gordon Club, che sarà composto da 5 membri di cui uno in funzione di Presidente (membro di diritto del Consiglio Direttivo nazionale) intende perseguire il proprio obiettivo attraverso:

  1. l’organizzazione diretta o tramite delegazione SIS di prove di lavoro speciali di razza e la partecipazione alle prove libere, con particolare attenzione a quelle in zone designate ENCI e a quelle di caccia specialistiche (beccaccini, montagna, beccacce). Per quanto riguarda le prove speciali, queste devono intendersi come momento di rigoroso apprezzamento delle qualità di razza, nel pieno rispetto delle relative note del concorso.
  2. l’organizzazione diretta o tramite delegazione SIS di raduni di razza con CAC valido per il campionato di bellezza. I raduni organizzati dal Club saranno per quanto possibile affidati ad Esperti Giudici abilitati anche alle prove di valoro affinchè nella valutazione morfologica ogni deviazione dallo standard FCI venga in particolare considerata e penalizzata in relazione agli effetti sulla capacità del soggetto di svolgere il suo tradizionale lavoro; per tale motivo la formula del raduno sarà di regola preferita rispetto alla Mostra Speciale da concedere in seno all’Expo Internazionale. E’ opportuno ricordare che per le razze con almeno 1000 iscrizioni annue al Libro Origini le associazioni specializzate possono organizzare non più di 4 raduni con CAC e possono concedere non più di 2 Mostre Speciali, a cui devono aggiungersi altre 2 Mostre Speciali nelle Isole. E’ naturale una riduzione di tali manifestazioni in proporzione all’effettivo numero di iscrizioni annue (per l’anno 2018 sono stati iscritti n.192 Gordon).

Il nuovo Consiglio di sezione intende inoltre farsi promotore delle seguenti iniziative: 

  1. proposta di modifica del regolamento per l’assegnazione del titolo di “campione di bellezza”: la qualifica nella prova di lavoro (minimo Molto Buono) deve essere conseguita in una prova speciale di razza,  così come per l’assegnazione del titolo di “campione di lavoro” la qualifica (minimo Molto Buono) deve essere conseguita in un raduno di razza.
  2. proposta di modifica del regolamento per l’assegnazione del titolo di  “riproduttore selezionato ENCI”: Qualifica Morfologica Minima per Maschio e per Femmina: Ecc. in Raduno di Razza . Prova di Lavoro: Molto Buono in Prova Speciale di Razza. Patologia 1: HD A o B.
  3. proposta di introduzione dell’obbligo per i soggetti proclamati “campione italiano di bellezza” e “campione italiano di lavoro” di successiva  lettura ufficiale della displasia, a fini statistici
  4. organizzazione di almeno una prova di lavoro non ufficiale oppure ufficiale, ma senza CAC, riservata agli appassionati e ai cacciatori, con un esperto della razza o un esperto giudice che valuti soltanto le qualità naturali, illustrando pregi e difetti di ciascun soggetto;
  5. Richiesta di piena applicazione del Regolamento dei Club (al momento rimasto immutato), con particolare riguardo agli aspetti economici
  6. Richiesta di modifica dei riconoscimenti SIS- campioni sociali, attualmente tagliati a misura del setter inglese, da adattare alle esigenze della razza gordon.
  7. Richiesta di modifica dei campionati SIS che al momenti prevedano la partecipazione delle delegazioni, ma non dei club di razza

Comunicato n. 12 del 21 giugno 2019

Ieri, 20 giugno 2019, il Commissario Straordinario Paolo Gulinelli ha presentato le dimissioni. Successivamente, il socio Paolo Gulinelli alle ore 11.00 ha presentato quale capolista la lista per la partecipazione all’Assemblea Elettiva del 20 luglio 2019 prevista dall’art 14 dello Statuto Sociale. Non sono state presentate altre liste. Non appena terminati i controlli di rito, e comunque almeno 20 giorni prima dell’Assemblea del 20 luglio prossimo, sarà ufficializzata la validità della lista presentata dal socio Paolo Gulinelli.

In allegato, lettera di dimissioni da Commissario Straordinario della Società Italiana Setters e lista del Socio Gulinelli.

 

Allegati